domenica 21 novembre 2010

Internet è a rischio, stanno finendo gli indirizzi IP

Gli IP non sono inesauribili.
Per comprendere meglio questo “messaggio o affermazione” facciamo un passo indietro e definiamo che cos'è un IP.
IP è la contrazione di protocollo internet, ed è l'identificativo che ogni utente ha quando è in rete.
Attualmente la versione di protocollo internet (IP) più in uso è la Ipv4 ed esistono quattro miliardi di indirizzi di questo tipo.
E' Vint Cert esperto di Internet e vice presidente di Google, che ci invita a riflettere sul fatto che gli Ipv4 stanno esaurendosi.
Egli infatti afferma:”Non c’è dubbio che ci stiamo dirigendo verso la fine dello spazio per gli indirizzi entro la primavera del 2011. Un grave rischio per la crescita di Internet, sarà come provare a vendere telefoni senza più numeri di telefono.”
Quello che il vice presidente di Google non dice è che è già stato creato un nuovo protocollo chiamato Ipv6, che garantisce 340 trilioni di trilioni di trilioni di indirizzi.
Infatti già nel febbraio 2008 la ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers)che è un ente internazionale non-profit che ha l'incarico di assegnare gli indirizzi IP e l'incarico di identificatore di protocollo, ha avviato la migrazione verso il protocollo Ipv6 aggiungendo il record AAAA a sei dei suoi root server. Essi potranno assegnare sia Ipv4 che IPv6, evitando così problemi con domini che ancora non supportano il nuovo protocollo.
Ovviamente la strada per la migrazione completa è ancora lunga ( si calcola che sarà completa non prima del 2025) ma le fondamenta sono già state create.
L'aumento della richiesta relativa ai dispositivi quali l'ADSL che sono sempre connessi alla rete, l'incremento che hanno avuto PC e telefoni cellulari nell'utilizzo del sistema mobile wireless e il rapido sviluppo dei paesi emergenti quali Asia, India e Cina, hanno fatto si che il problema esaurimento IP sopraggiungesse in tempi più brevi del previsto.
L'intenzione dello scienziato di Google è quella di promuovere una campagna di sensibilizzazione in modo da essere preparati all'evolversi degli eventi.
Posta un commento