lunedì 24 dicembre 2007

Dalla Russia con amore - Arriva Cyberlove -

Arriva Cyberlove, un malware evoluto che riesce a trafugare dati personali e sensibili agli incauti naviganti.

La minaccia è concreta perché un'ennesima versione di malware sembra veramente in grado di procurare seri inconvenienti. Il software sarebbe in grado di emulare quasi perfettamente il comportamento umano, riuscendo a sostenere conversazioni credibili con i frequentatori dei siti specializzati in incontri, e poco importa se per cercare l'anima gemella per una serata, un fine settimana o tutta la vita.

La nuova generazione di processori veloci a basso costo ha reso possibile la realizzazione di forme insospettabili di intelligenza artificiale; ma la realizzazione in sé non è nuova, in quanto già da molti anni era disponibile sul web il demo di un programma in grado di fornire una quindicina di risposte alternative abbastanza compatibili con l'argomento della conversazione.


Cyberlove è assai più evoluto, essendo in grado di condurre una conversazione sia dai toni soft che su tematiche assai più "concrete" e senza mezzi termini o giri di parole; ma comunque sempre con l'intento di portare gli incauti a comunicare in qualche modo i propri dati personali e sensibili, inviandoli quindi al server comprese le eventuali foto messe in rete.

Se veramente il software fosse in grado di sostenere una decina di conversazioni in contemporanea, il possibile danno è facilmente immaginabile, tanto più che i frequantatori di siti dedicati a relazioni interpersonali hanno la falsa percezione di non correre alcun rischio finché non avvenga fisicamente l'incontro.

Tanto più concretamente, se corrispondesse al vero la capacità di adeguare tono e contenuti all'andamento della conversazione, saranno a rischio non solo adulti consapevoli, per i quali si potrebbe arguire che, tutto sommato, se la sono proprio andata a cercare.

Il vero pericolo sta nei possibili agguati dei pedofili, genìa diffusissima in rete e contro la quale i giovanissimi sono a rischio totale non essendo in grado di valutare con chi o cosa si trovino a contatto, e tanto meno il perché.

Perciò in attesa di trovare un sistema per arginare questa ennesima dimostrazione di quanto sia divenuta perigliosa la navigazione sul web, occorre esercitare la massima attenzione per non incorrere in spiacevolissime ed a volte irreparabili conseguenze.

Posta un commento